COS'È LA MICROIMMUNOTERAPIA?

LA MICROIMMUNOTERAPIA, ALLEATA STRATEGICA DEL SISTEMA IMMUNITARIO

 

La microimmunoterapia è una terapia di immunomodulazione che utilizza gli stessi messaggeri del sistema immunitario (ad esempio citochine, ormoni, fattori di crescita, acidi nucleici) per trasmettere informazioni all'organismo e "regolare" la risposta immunitaria. Ovvero, ha l'obiettivo di ristabilire la comunicazione corretta tra le cellule del sistema immunitario, per aiutarle a recuperare la loro capacità innata di difenderci contro potenziali aggressori o di limitarne la reazione quando è esagerata.

A differenza dell'immunoterapia classica, le formule di microimmunoterapia utilizzano un’amplia gamma di sostanze capaci di interferire positivamente sulla fisiologica funzione immunitaria (denominate “messaggeri”). Queste si preparano a basse concentrazioni (micro-dosi), mediante un processo di diluizione-dinamizzazione, garantendo così una buona tolleranza. I livelli di concentrazione utilizzati possono variare nell'ambito della stessa formula, a secondo si cerchi di stimolare, modulare o “frenare” i diversi effetti sull’organismo. Come accade in modo naturale nel nostro organismo, le sostanze si somministrano seguendo una sequenza con un ordine preciso.

La microimmunoterapia può essere una fedele alleata nel trattamento di malattie che si verificano a causa di uno squilibrio del sistema immunitario, sia acute che croniche. In quest'ambito rientrano patologie infettive, oncologiche o malattie autoimmuni.

In qualsiasi caso, la microimmunoterapia non sostituisce il sistema immunitario, né lo forza o lo blocca, ma lo informa sottilmente, essendo in tal modo, generalmente, compatibile con altri trattamenti.